DMO Piemonte S. c. r. l. /  9° INCONTRO PROGRAMMA STRATEGICO DEL TURISMO 2013 – 2015 Stresa (VB)
9° INCONTRO PROGRAMMA STRATEGICO DEL TURISMO 2013 – 2015 Stresa (VB)
Data: 5 dic 2012
9° INCONTRO PROGRAMMA STRATEGICO DEL TURISMO 2013 – 2015 Stresa (VB)

Stresa (VB) - 29 novembre 2012

55 tra operatori turistici e rappresentanti di enti locali e associazioni di categoria della provincia di Verbania hanno preso parte giovedì 29 novembre a Stresa all’ultimo appuntamento previsto nell’ambito dell’elaborazione del Programma Strategico del Turismo 2013-2015. L’incontro è stato introdotto dal Vice Presidente Renzo Norbiato dell’Agenzia Turistica Locale del Distretto dei Laghi.

Come previsto, si è poi proseguito con la presentazione tecnica dei dati e delle tendenze del turismo in Italia, in Piemonte e nel territorio del Verbano-Cusio-Ossola da parte di Maria Elena Rossi, direttore di Sviluppo Piemonte Turismo che ha sottolineato che il Programma vuole avere un approccio molto concreto, volto a:

- ottimizzazione le risorse per poter investire su pochi temi condivisi che favoriscono la crescita regionale;

- promuovere iniziative comuni “stabili” che creino ritorno per tutti gli attori del territorio, sostenibili economicamente e che creino fatturato e occupazione.

Gli interventi del pubblico hanno sollevato le seguenti tematiche:

OFFERTA E SVILUPPO PRODOTTO

- Prodotto lago: da più parti si evidenzia la necessità di sviluppare attività di intrattenimento che completino l’offerta complessiva al turista.

- Turismo religioso/culturale: seguendo le tendenze che danno una caratterizzazione sempre più culturale al turismo devozionale, si manifesta la necessità di formulare proposte trasversali cultura-turismo. Parallelamente, occorre lavorare su una maggiore fruibilità del patrimonio culturale.

- Turismo sportivo: se ne propone lo sviluppo, ad integrazione dell’offerta attuale.

- Trekking e Montagna: manutenzione e segnalazione dei sentieri potrebbe valorizzare l’offerta della montagna ossolana per quanti prediligono il turismo naturalistico con passeggiate e trekking.

- Turismo dello shopping: si osserva che lo sviluppo del prodotto shopping potrebbe contribuire ad integrare l’offerta ed offrire nuovi canali di attrattività.

- Tradizione ed enogastronomia: tradizioni locali e produzioni del territorio possono rappresentare elementi di attrattività ulteriore e rafforzare l’aspetto di autenticità del territorio.

- Creazione pacchetti: per incentivare la permanenza dei turisti in loco si evidenzia la necessità che gli albergatori si accordino con gli altri operatori per creare programmi di visita completi e articolati.

- Nuovi prodotti: alcuni operatori stanno già lavorando per lo sviluppo di prodotti che coinvolgono sia la sponda piemontese che quella lombarda dei Laghi Maggiore e Orta, occorre però maggiore apertura del mondo imprenditoriale turistico locale su questa opportunità. Si segnala altresì l’interessante possibilità di sviluppare un prodotto trasversale che comprenda lago e montagna e di lavorare sulla navigazione fluviale.

- La manutenzione del territorio è segnalata come una necessità importante da soddisfare ai fini di una maggiore attrattività per il turista.

FORMAZIONE

Si richiede di: potenziare e qualificare il personale degli uffici informazioni, sviluppare le competenze nel turismo, attivare una rete di aggiornamento ed effettuare formazione sugli strumenti web.

PROMOZIONE E COMUNICAZIONE

Web: si osserva la necessità di un ente capofila che sappia sfruttare al massimo le potenzialità del web e della rete, sia per la raccolta delle informazioni che per la promozione e l’accoglienza.

Uffici turistici: sono una risorsa importante da utilizzare meglio e occorre stimolare operatori ed albergatori ad utilizzarli di più.

Expo 2015: può essere un’occasione importante, è necessario però muoversi con una programmazione.

ACCESSIBILITA’

Collegamenti stradali, ferroviari e linee di trasporto pubblico hanno bisogno di un potenziamento e di una razionalizzazione per favorire la mobilità interna. Contestualmente si rilevano problematiche sull’efficacia degli attuali collegamenti aerei.

NORMATIVE

- Legislazione del turismo: si osserva che troppi enti si occupano di turismo ma pochi agiscono con competenza specifica

- Normativa sulle guide turistiche, limitativa perché abilita attualmente solo a territori provinciali.

- B&B: viene segnalato che sarebbe necessario fare maggior chiarezza sulle caratteristiche dei B&B rispetto alle altre strutture ricettive e sarebbe utile promuove controlli in merito.

Scarica qui sotto le slides della presentazione tecnica o visualizzale su Slideshare.

  Scenario_ProgrammaTurismo_2013-2015_Stresa_DEF.pdf (1,5 MiB, 944 hits)

Il nostro blog è a disposizione per i vostri contributi al dibattito con appunti, approfondimenti, precisazioni. Partecipate!

 
Posted in Archivio news 2012, News ed eventi   Leave a comment

Lascia un Commento

News

ESPERIENZE INNOVATIVE DI TURISMO CULTURALE: I CASI PIEMONTE E LIGURIA

Giovedì 23 novembre 2017 presso il Circolo dei Lettori Torino si terrà la conferenza stampa di presentazione delle attività di…

Leggi

IL RINASCIMENTO DI GAUDENZIO FERRARI: NEL 2018 LA GRANDE MOSTRA A VARALLO SESIA, VERCELLI E NOVARA

Verrà presentato in conferenza stampa domani, 22 novembre 2017, al Circolo dei Lettori Torino, l’importante progetto culturale che racchiude un…

Leggi